Casi d'Uso della Blockchain: Rimessa

Condividi
Copied to clipboard!
Casi d'Uso della Blockchain: Rimessa
Ascolta questo articolo
00:00 / 00:00

Articolo della Comunità - Autore: Igor Davidov


In poche parole, la rimessa può essere definita come il trasferimento di denaro verso un luogo lontano, in genere tra individui che vivono in paesi diversi. Nella maggior parte dei casi, coinvolge un lavoratore immigrato che invia denaro al suo paese d'origine.

Al giorno d'oggi, le rimesse rappresentano i più grandi flussi di denaro verso i paesi in via di sviluppo, superando gli investimenti diretti stranieri e il sostegno allo sviluppo ufficiale. Secondo il World Bank Group, il settore della rimessa ha visto una notevole crescita negli ultimi anni, aumentando dell'8,8% nel 2017, e del 9,6% nel 2018.

Alcune economie emergenti mostrano una forte dipendenza dal denaro in arrivo dall'estero, rendendo le rimesse una componente sostanziale. I trasferimenti di denaro dei lavoratori immigrati sono una delle principali fonti di reddito per molti paesi. Per esempio, nel 2017 Haiti ha ricevuto rimesse internazionali pari a circa il 29% del suo GDP. La percentuale è aumentata al 30,7% nel 2018.


Il problema

La World Bank stima che il costo attuale per inviare una rimessa di $200 è circa il 7% (media globale). Considerando che nel 2918 le rimesse a livello mondiale sono arrivate a $689 miliardi, il 7% significa circa $48 miliardi pagati in costi operativi.

Oltre ai costi elevati, la maggior parte delle soluzioni per la rimessa si basa su istituzioni finanziarie e servizi di terze parti. La necessità di diversi intermediari rende il sistema attuale estremamente inefficiente. Non solo per i costi legati ai servizi ma anche per i tempi lunghi delle transazioni, che possono richiedere giorni o persino settimane.

In questo contesto, la tecnologia blockchain può offrire alternative valide e più efficienti al settore della rimessa. Questo articolo introduce alcune delle possibilità e delle soluzioni esistenti, insieme ad alcuni esempi di compagnie che lavorano in questo campo.


La blockchain è la soluzione?

L'obiettivo centrale delle compagnie blockchain che si occupano di rimesse è semplificare l'intero processo, rimuovendo intermediari superflui. L'idea è fornire soluzioni di pagamento fluide e quasi istantanee. A differenza dei servizi tradizionali, un network blockchain non è costretto a fare affidamento su un lento processo di approvazione delle transazioni, che in genere coinvolge diversi intermediari e richiede parecchio lavoro manuale.

Invece, un sistema blockchain può elaborare transazioni finanziarie internazionali basandosi su un network distribuito di computer. Questo significa che diversi computer partecipano al processo di verifica e convalida delle transazioni - e questo può essere svolto in maniera decentralizzata e sicura. In confronto al sistema bancario tradizionale, la tecnologia blockchain può fornire soluzioni di pagamento più veloci e più affidabili a un costo molto inferiore.

In altre parole, la tecnologia blockchain potrebbe risolvere alcuni dei problemi fondamentali che affliggono il settore della rimessa, tra cui commissioni elevate e lunghi tempi di transazione. I costi operativi possono diminuire drasticamente riducendo semplicemente il numero di intermediari.


Casi d'uso

Applicazioni Mobile

Diverse compagnie stanno sperimentando con la tecnologia blockchain per sviluppare nuove soluzioni di pagamento. Alcuni crypto wallet per dispositivi mobili permettono agli utenti di inviare e ricevere asset digitali in tutto il mondo, e di cambiare velocemente tra crypto e valute fiat.

Coins.ph è un esempio di app wallet per mobile che offre diverse funzionalità. Gli utenti possono effettuare rimesse internazionali, pagare bollette, acquistare crediti di gioco oppure fare trading con Bitcoin e altre criptovalute. Inoltre, alcuni servizi finanziari non richiedono un conto bancario.


Piattaforme digitali

Alcune compagnie operano attraverso un'infrastruttura che interagisce direttamente con il sistema finanziario tradizionale. Per esempio, BitPesa è una piattaforma online che sfrutta la tecnologia blockchain in Africa. Fondata nel 2013, offre soluzioni di pagamento e cambio di valute a tassi inferiori e maggiore velocità.

Stellar Protocol è un altro esempio di piattaforma blockchain che opera nel settore della rimessa. Stellar è stata fondata nel 2014 con l'obiettivo di promuovere l'accesso ai servizi finanziari, collegando persone e istituzioni finanziarie a livello globale.

Il network di Stellar utilizza un registro distribuito che possiede una valuta propria, chiamata Stellar lumens (XLM). Il token nativo può essere usato come moneta di passaggio, facilitando le transazioni internazionali tra fiat e criptovalute. Come per BitPesa, gli utenti e le istituzioni finanziarie possono usare la piattaforma Stellar per inviare e ricevere denaro con costi di transazione ridotti.


ATM

Insieme alle applicazioni mobile e alle piattaforme online, l'uso di ATM può fornire una soluzione interessante per inviare e ricevere denaro a livello globale. Questo approccio potrebbe essere particolarmente utile nelle aree sottosviluppate che non dispongono ancora di una connessione ad Internet o di un sistema bancario.

Compagnie come Bit2Me e MoneyFi stanno sviluppando nuovi sistemi per la rimessa che combinano la tecnologia blockchain con gli ATM. Il loro obiettivo è emettere carte prepagate che supportano diverse funzionalità. 

L'uso combinato di registri blockchain e ATM ha il potenziale di ridurre notevolmente la necessità di intermediari. Gli utenti non avranno bisogno di un conto bancario, ed è probabile che le compagnie degli ATM applichino una piccola commissione nel processo.


Sfide e limiti attuali

Sebbene sia chiaro che la tecnologia blockchain possa portare molti vantaggi al settore della rimessa, c'è ancora molta strada da fare. Di seguito riportiamo alcuni dei principali ostacoli e limiti, insieme alle possibili soluzioni.

  • Conversione crypto-fiat. L'economia globale si basa ancora sulle valute fiat, e convertire tra crypto e fiat non è sempre facile. In molti casi, è necessario un conto bancario. Le transazioni peer to peer (P2P) possono eliminare la necessità di una banca, ma è probabile che gli utenti dovranno convertire da fiat a crypto per usare il denaro.

  • Dipendenza da mobile e Internet. Milioni di persone che vivono in paesi in via di sviluppo non hanno ancora accesso a Internet, e molti non possiedono uno smartphone. Come già detto, gli ATM compatibili con la blockchain potrebbero essere parte della soluzione.

  • Regolamentazione. La regolamentazione in materia di criptovalute è ancora nelle sue primissime fasi. Rimane ancora incerta o inesistente in molti paesi, soprattutto quelli che dipendono dall'afflusso di denaro dall'estero. Ma l'ulteriore adozione della tecnologia blockchain aiuterà senz'altro a portare avanti la regolamentazione.

  • Complessità. Utilizzare le criptovalute e la tecnologia blockchain richiede una certa conoscenza tecnica. La maggioranza degli utenti fanno ancora affidamento su fornitori di servizi di terze parti in quanto operare e usare la blockchain in modo autonomo non è un compito facile. Inoltre, molti crypto wallet e exchange non offrono ancora guide educative e interfaccia intuitive.

  • Volatilità. I mercati delle criptovalute sono ancora immaturi e soggetti ad alta volatilità. Pertanto, non sono sempre adatti all'uso quotidiano, dato che il valore di mercato potrebbe cambiare molto rapidamente. Oltre a questo, le valute con alta volatilità non sono ideali per le persone che vogliono semplicemente trasferire denaro da un posto all'altro. Questo problema è tuttavia minore, e le stablecoin potrebbero offrire una valida soluzione.


In chiusura

Il settore della rimessa ha vissuto una notevole crescita nell'ultimo decennio, ed è probaible che continuerà ad ampliarsi negli anni a venire. Il maggiore tasso di immigrazione di persone in cerca di opportunità lavorative o educative è probabilmente una delle cause principali. Secondo il World Migration Report 2018, si stimano 244 milioni di immigrati internazionali nel 2015 - circa il 57% in più della stima di 155 milioni registrata nel 200.

Nonostante questo, questo settore è ancora afflitto da inefficienze e limiti. Di conseguenza, sempre più compagnie stanno sfruttando la tecnologia blockchain per offrire alternative più efficienti, ed è probabile che vedremo nel prossimo futurouna maggiore adozione da parte dei lavoratori immigrati.

Loading