Cos’è la Criptovaluta?

05.12.2018

Una criptovaluta è un asset digitale con una funzione primaria di mezzo di scambio all’interno di un sistema economico peer-to-peer che fa uso della crittografia per verificare e proteggere transazioni e per controllare la creazione di unità aggiuntive.

A differenza dei sistemi bancari centralizzati, la grande maggioranza delle criptovalute è decentralizzata grazie a un network distribuito di computer sparsi in tutto il mondo, conosciuti anche come nodi.

Chiunque abbia una connessione a internet, o anche solo accesso a un segnale radio debole, può trasferire valori attraverso continenti con un semplice click. Le transazioni di criptovalute hanno costi molto bassi, in confronto con i trasferimenti bancari intercontinentali, e sono irreversibili, a differenza delle operazioni charge-back permesse dalle società di carte di credito.

L’emissione e la gestione di unità di criptovaluta sono determinate dall’architettura del network, basata su algoritmi programmati e prove crittografiche.

Questo insieme di regole predefinite, conosciuto anche come protocollo, è ciò che definisce il modo in cui un sistema di criptovaluta opera.

Le criptovalute sono decentralizzate, ovvero non possono essere controllate da una singola entità e le transazioni possono avvenire direttamente tra gli utenti, senza dover fare affidamento su un intermediario. Tuttavia, molte criptovalute vengono gestite e sviluppate da fondazioni e compagnie private, presentando quindi vari gradi di decentralizzazione. A seconda della struttura del network e della distribuzione dei nodi, alcune criptovalute possono essere considerate più centralizzate di altre.

La componente primaria di gran parte delle criptovalute è una tecnologia chiamata Blockchain. Si tratta di una catena lineare di blocchi concatenati protetti crittograficamente. 

Ogni blocco contiene, insieme ad altre cose, una lista di transazioni recenti e un richiamo al blocco venuto immediatamente prima di lui.

La blockchain ha la responsabilità di mantenere un archivio permanente di tutte le transazioni confermate, svolgendo la funzione di registro digitale decentralizzato. Questo registro è distribuito in tutti i nodi partecipanti al network, caratteristica che lo rende estremamente resistente alla modifica.

La prima criptovaluta decentralizzata, Bitcoin, è stata creata nel 2009 da uno sviluppatore anonimo sotto lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. L’idea centrale era di creare un sistema di pagamento elettronico indipendente e decentralizzato basato su prove matematiche e crittografia.

Come gran parte delle criptovalute, Bitcoin ha un numero di unità limitato, il che significa che non verranno generati nuovi bitcoin dal sistema una volta raggiunto il limite massimo. Generalmente, il numero di unità totale è un’informazione pubblica che viene definita alla creazione della criptovaluta.

Oltre a Bitcoin, esistono attualmente più di mille criptovalute diverse, chiamate anche altcoin o alternative coin, monete alternative, tutte con proprietà e casi d’uso differenti.

Per un’analisi approfondita del mondo delle criptovalute e delle tecnologie che le sostengono, guarda gli altri video della Binance Academy.

Loading