Un'Introduzione alla Criptoeconomia per Principianti

Condividi
Copied to clipboard!
Un'Introduzione alla Criptoeconomia per Principianti
Ascolta questo articolo
00:00 / 00:00

Contenuti


Cos'è la criptoeconomia?

In termini semplici, la criptoeconomia fornisce un modo per coordinare il comportamento dei partecipanti a un network combinando la crittografia con l'economia.

Più precisamente, la criptoeconomia è un'area dell'informatica che cerca di risolvere problemi di coordinamento dei partecipanti in ecosistemi digitali tramite crittografia e incentivi economici. 

La criptoeconomia è un fattore essenziale da considerare nello sviluppo di network decentralizzati in quanto è il meccanismo che permette di allineare gli incentivi dei partecipanti senza bisogno di terze parti affidabili.

Invece di essere un sottogruppo dell'economia tradizionale, la criptoeconomia è un mix di teoria dei giochi, progettazione di meccanismi, matematica e altre metodologie dal campo economico. L'obiettivo centrale è comprendere come finanziare, progettare, sviluppare e facilitare le operazioni di network decentralizzati.

Questo articolo esaminerà le origini della criptoeconomia e il suo ruolo nella progettazione di Bitcoin e di altri network decentralizzati.


Quale problema risolve la criptoeconomia?

Prima della creazione di Bitcoin, si riteneva impossibile creare un network peer-to-peer in cui il consenso fosse raggiunto senza significative vulnerabilità ad attacchi e anomalie.

Questo problema viene spesso definito il Problema dei Generali Bizantini. Si tratta di un dilemma logico che dimostra come, in sistemi distribuiti, sia fondamentale che i diversi attori raggiungano accordi. Il problema presuppone che, poiché alcuni degli attori potrebbero essere inaffidabili, non è possibile arrivare ad accordi, e il network non può funzionare come previsto. 

Con la creazione di Bitcoin, Satoshi Nakamoto ha introdotto incentivi economici a un network peer-to-peer e ha risolto questo problema.

Da allora, i network decentralizzati hanno continuato a fare affidamento sulla criptografia per raggiungere il consenso relativo allo stato del network e alla sua storia. Inoltre, gran parte dei network hanno incorporato incentivi economici che incoraggiano i partecipanti a comportarsi in determinati modi.

Questa sinergia di protocolli crittografici con incentivi economici abilita un ecosistema completamente nuovo di network decentralizzati resistenti e sicuri.


Il ruolo della criptoeconomia nel mining di Bitcoin

L'obiettivo di Bitcoin è la creazione di un network per il trasferimento di valore che verifichi accuratamente le transazioni, e che sia immutabile e resistente alla censura. 

Questo è possibile attraverso il processo di mining, in cui i miner che validano con successo un blocco di transazioni vengono ricompensati in bitcoin. Questo incentivo economico incoraggia i miner ad agire onestamente, rendendo il network più affidabile e sicuro.

Il processo di mining comporta la soluzione di un complicato problema matematico basato su un algoritmo di hash crittografico. In questo contesto, gli hash vengono usate per collegare ogni blocco al successivo, creando essenzialmente un registro con marcatura temporale di transazioni approvate, chiamato blockchain

Gli hash vengono anche utilizzati nei puzzle computazionali che i miner competono per risolvere. Inoltre, una delle regole di consenso che le transazioni devono seguire è che un bitcoin può essere speso solo se una firma digitale valida viene generata da una chiave privata. 

Queste regole tecnologiche relative al mining sono allineate con i requisiti di sicurezza del network di Bitcoin, incluso il prevenire che partecipanti dannosi prendano il controllo.


In che modo la criptoeconomia rafforza la sicurezza di Bitcoin?

Il modello di sicurezza di Bitcoin è sviluppato intorno al principio della regola della maggioranza. Questo significa che i partecipanti dannosi potrebbero potenzialmente assumere il controllo della blockchain impadronendosi della maggioranza della potenza di calcolo del network in un attacco comunemente definito 51% attack

In tale scenario, gli aggressori sarebbero in grado di impedire che le nuove transazioni ricevano conferme o persino invertire completamente transazioni. Tuttavia, ottenere il controllo di questa enorme quantità di potenza computazionale sarebbe estremamente costoso, e richiederebbe hardware considerevole e grandi quantità di elettricità.

La criptoeconomia è una delle ragioni per cui Bitcoin ha avuto successo. Satoshi Nakamoto ha implementato presupposti per incoraggiare determinati incentivi per le varie classi di partecipanti nel network. Le garanzie di sicurezza del sistema dipendono molto dall'efficacia di questi presupposti relativi al modo in cui i partecipanti del network reagiscono a determinati incentivi economici. 

Senza la rigidità del suo protocollo crittografico, non ci sarebbe una unità di conto sicura con cui ricompensare i miner. Senza i miner, non ci sarebbe la fiducia nella validità dello storico delle transazioni nel registro distribuito, a meno che questo non venga verificato da una terza parte affidabile, che negherebbe uno dei principali vantaggi di Bitcoin. 

Basata su presupposti di criptoeconomia, la relazione simbolica tra miner e il network di Bitcoin genera fiducia. Tuttavia, questa non è una garanzia che il sistema persisterà in futuro.


Il cerchio della criptoeconomia

Il cerchio della criptoeconomia è un modello olistico di criptoeconomia. E' stato pubblicato da Joel Monegro e illustra flussi astratti di valore attraverso diverse classi di partecipanti in un'economia peer-to-peer. 

 Il cerchio della criptoeconomia

Il modello rappresenta un mercato trilaterale tra miner (il lato dell'offerta), utenti (il lato della domanda) e investitori (il lato del capitale). Ciascun gruppo scambia valore l'uno con l'altro usando una risorse criptoeconomica scarsa (un token).

Nella relazione miner-utente del cerchio, i miner vengono compensati per il loro lavoro con token usati dagli utenti. Il protocollo di consenso del network standardizza questo processo, mentre il modello criptoeconomico controlla quando e come i miner vengono pagati. 

Creare un'architettura di rete sostenuta da un lato dell'offerta distribuito (i miner) è auspicabile purché i vantaggi superino gli svantaggi. I vantaggi includono spesso la resistenza alla censura, le transazioni senza confini e una maggiore affidabilità. Tuttavia, i sistemi decentralizzati tendono ad avere prestazioni inferiori rispetto ai modelli centralizzati.

Il ruolo dell'investitore in questo modello è duplice: fornire liquidità affinché i miner possano vendere i propri token, e capitalizzare il network supportando i prezzi del token al di sopra dei costi del mining. 

Il modello illustra questi due ruoli dividendo gli investitori in due gruppi: i trader (investitori a breve termine) e gli hodler (investitori a lungo termine). 

I trader creano liquidità per il token in modo che i miner possano vendere i token minati e coprire le spese operative, mentre gli hodler capitalizzano il network per la crescita supportando i prezzi del token. La relazione miner-trader è caratterizzata da un flusso diretto di valore, mentre la relazione miner-hodler presenta un flusso indiretto di valore. 

Questo significa semplicemente che tutti i partecipanti in questa economia dipendono gli uni dagli altri per raggiungere i loro obiettivi economici. Un design di questo tipo crea un network robusto e sicuro. Il rispetto delle regole incentivate è più vantaggioso per il singolo partecipante rispetto all'attività disonesta - cosa che a sua volta rende il network più resistente. 


In chiusura

Nonostante sia un concetto relativamente nuovo emerso con la nascita di Bitcoin, la criptoeconomia è componente significativo da considerare nella progettazione di network decentralizzati. 

Isolare i diversi ruoli nei modelli criptoeconomici aiuta ad analizzare costi, incentivi e flussi di valore per ciascun gruppo di partecipanti. Può inoltre aiutare a riflettere sul potere relativo e individuare potenziali punti di centralizzazione, un'analisi importante per sviluppare modelli di governance e di distribuzione di token più equilibrati.

Il campo della criptoeconomia e l'utilizzo di modelli criptoeconomici può essere molto utile nello sviluppo di network futuri. Studiando i modelli criptoeconomici che sono già stati testati in contesti reali, è possibile progettare network futuri in modo che siano più efficienti e sostenibili, risultando in un'ecosistema di economie decentralizzate più robusto.

Loading