Il Rischio Finanziario Spiegato

Condividi
Copied to clipboard!
Il Rischio Finanziario Spiegato

Contenuti


Cos'è il rischio finanziario?

In breve, il rischio finanziario è il rischio di perdere denaro o asset di valore. Nel contesto dei mercati finanziari, possiamo definire il rischio come la somma di denaro che una persona può perdere quando fa trading o investe. Quindi, il rischio non è la perdita effettiva, ma ciò che può potenzialmente essere perso.

In altre parole, molti servizi finanziari o transazioni contengono un rischio di perdita intrinseco, e questo è ciò che chiamiamo rischio finanziario. In linea generale, il concetto può essere applicato a una serie di scenari, tra cui i mercati finanzari, l'amministrazione aziendale e gli organi di governo. 

Il processo di valutazione e di gestione dei rischi finanziari è spesso definito come gestione del rischio. Tuttavia, prima di approfondire la gestione del rischio, è importante possedere una comprensione di base del rischio finanziario e dei molti tipi in cui viene classificato.

Ci sono diversi modi per classificare e definire i rischi finanziari. Esempi significativi includono il rischio di investimento, il rischio operativo, il rischio di non conformità e il rischio sistemico.


Tipi di rischio finanziario

Come già menzionato, ci sono vari modi per categorizzare i rischi finanziari, e le loro definizioni possono differire notevolmente a seconda del contesto. Questo articolo offre una breve panoramica sui rischi di investimento, operativo, di non conformità e sistemico.


Rischio di investimento

Come suggerisce il nome, i rischi di investimento sono quelli legati alle attività di investimento e di trading. Ci sono diverse forme di rischi di investimento, ma la maggior parte è relativa alla fluttuazione dei prezzi di mercato. Possiamo considerare i rischi di mercato, di liquidità e di credito come parte del gruppo del rischio di investimento.


Rischio di mercato

Il rischio di mercato è il rischio associato al prezzo fluttuante di un asset. Per esempio, se Alice compra Bitcoin, sarà soggetta a rischio di mercato in quanto la volatilità potrebbe causare un calo del prezzo. 

La gestione del rischio di mercato inizia valutando quanto Alice potrebbe perdere se il prezzo di Bitcoin dovesse muoversi contro le sue posizioni. Il passo successivo è creare una strategia, che definirà il modo in cui Alice dovrà agire in risposta ai movimenti del mercato.

Normalmente, gli investitori devono affrontare rischi di mercato sia diretti che indiretti. Il rischio di mercato diretto riguarda la perdita che un trader potrebbe subire a causa di un cambiamento nel prezzo di un asset. L'esempio precedente rappresenta un rischio di mercato diretto (Alice ha comprato Bitcoin prima di un calo del prezzo).

Invece, il rischio di mercato indiretto si riferisce a un asset che ha un rischio secondario o residuo (cioè meno evidente). Nei mercati azionari, il rischio dei tassi d'interesse influisce sul prezzo delle azioni in modo indiretto, fattore che lo rende un rischio indiretto.

Per esempio, se Bob acquista azioni di una società, queste potrebbero essere influenzate indirettamente dai tassi d'interesse fluttuanti. Alla società risulterà più difficile crescere o rimanere redditizia a causa dei crescenti tassi d'interesse. Inoltre, tassi più alti incoraggiano altri investitori a vendere le loro azioni. Spesso lo fanno con lo scopo di usare il denaro ottenuto per pagare i propri debiti, che sono ora più costosi da mantenere.

Vale la pena notare, però, che i tassi d'interesse hanno un impatto sia diretto che indiretto sui mercati finanziari. Mentre i tassi influiscono sulle azioni in modo indiretto, causano un impatto diretto sui bond e altri titoli a reddito fisso. Quindi, a seconda dell'asset, il rischio dei tassi d'interese può essere considerato diretto o indiretto.


Rischio di liquidità

Il rischio di liquidità è il rischio per cui investitori e trader non riescono a comprare o vendere rapidamente un certo asset senza cambiarne drasticamente il prezzo.

Per esempio, supponiamo che Alice abbia comprato 1.000 unità di una criptovaluta per $10 ciascuna. Supponiamo che il prezzo rimanga stabile per alcuni mesi, e la criptovaluta sia ancora valutata a $10.

In un mercato liquido ad alto volume, Alice può vendere rapidamente la sua bag da $10.000 perché ci sono abbastanza compratori disposti a pagare $10 per unità. Invece, se il mercato è illiquido, ci sarebbero solo pochi compratori disposti a pagare $10 per ogni unità. Quindi, alice sarebbe probabilmente costretta a vendere una buona parte delle sue monete a un prezzo molto inferiore.


Rischio di credito

Il rischio di credito è il rischio di un creditore che perde denaro a causa di un default della controparte. Per esempio, se Bob prende soldi in prestito da Alice, lei si trova ad affrontare un rischio di credito. In altre parole, c'è una possibilità che Bon non ripaghi Alice, e questa possibilità è ciò che chiamiamo rischio di credito. Se Bob è insolvente, Alice perde denaro.

Da una prospettiva più generale, una crisi economica potrebbe verificarsi se il rischio di credito di una nazione si espande a livelli irragionevoli. La peggiore crisi finanziaria degli ultimi 90 anni è stata in parte causata da un'espansione globale del rischio di credito.

All'epoca, le banche statunitensi avevano milioni di operazioni di compensazione con centinaia di controparti. Quando Lehman Brothers è risultata insolvente, il rischio di credito si è espanso rapidamente in tutto il mondo, creando una crisi finanziaria che ha portato alla Grande Recessione.


Rischio operativo

Il rischio operativo è il rischio di perdite finanziarie causate da fallimenti in processi, sistemi o procedure interni. Questi fallimenti sono spesso causati da errori umani accidentali o da attività fraudolente intenzionali. 

Per mitigare i rischi operativi, ogni società dovrebbe eseguire audit di sicurezza periodici, oltre ad adottare procedure robuste e una gestione interna efficace.

Ci sono stati diversi incidenti di impiegati mal gestiti che sono riusciti ad effettuare operazioni non autorizzate con i fondi della loro società. Questo tipo di attività viene spesso definita come rogue trading, e ha causato enormi perdite finanziarie in tutto il mondo - soprattutto nel settore bancario.

I fallimenti operativi potrebbero anche essere causati da eventi esterni che influiscono indirettamente sulle operazioni di una compagnia, come terremoti, tempeste e altre catastrofi naturali.


Rischio di non conformità

Il rischio di non conformità fa riferimento alle perdite che possono verificarsi quando una società o un'istituzione non segue le leggi e le normative delle rispettive giurisdizioni. Per evitare tali rischi, molte società adottano procedure specifiche, come l'Anti-money laundering (AML) e il Know Your Customer (KYC).

Se un fornitore di servizi o una società non sono conformi, potrebbero essere chiusi o sottoposti a gravi penalità. Molte società d'investimento e banche hanno dovuto far fronte ad azioni legali e sanzioni a causa di mancata conformità (ad es., operare senza una licenza valida). L'insider trading e la corruzione sono altri esempi comuni di rischi di non conformità.


Rischio sistemico

Il rischio sistemico si riferisce alla possibilità di un determinato evento che generi un effetto negativo in un certo mercato o settore. Per esempio, il crollo di Lehman Brothers nel 2008 ha generato una grave crisi finanziaria negli USA, che è arrivata a colpire molti altri paesi.

I rischi sistemici sono evidenziati dalla forte correlazionetra compagnie che fanno parte dello stesso settore. Se la società Lehman Brothers non fosse stata così profondamente coinvolta con l'intero sistema finanziario statunitense, la sua bancarotta sarebbe stata molto meno incisiva.

Un modo semplice per ricordare il concetto di rischio sistemico è immaginare un effetto domino, in cui un pezzo cade per primo, causando la caduta di altri pezzi.

In particolare, il settore dei metalli preziosi ha registrato una crescita significativa in seguito alla Crisi Finanziaria del 2008. Quindi, la diversificazione è uno dei metodi per mitigare il rischio sistemico.


Rischio sistemico vs. sistematico

Il rischio sistemico non deve essere confuso con il rischio sistematico o aggregato. Quest'ultimo è più difficile da definire e si riferisce a una gamma più ampia di rischi - non solo finanziari. 

I rischi sistematici possono essere collegati a una serie di fattori economici e sociopolitici, come l'inflazione, i tassi d'interesse, le guerre, le calamità naturali e i grandi cambiamenti nella politica governativa.

Essenzialmente, il rischio sistematico si riferisce a eventi che influiscono un paese o una società in più campi. Questo può includere i settori dell'agricoltura, dell'edilizia, minerario, manifatturiero, finanziario e altri. Quindi, mentre il rischio sistemico può essere mitigato combinando asset poco correlati tra di loro, il rischio sistematico non può essere mitigato attraverso la diversificazione del portafoglio.


In chiusura

Abbiamo discusso di alcuni dei molti tipi di rischio finanziario, tra cui i rischi di investimento, operativo, di non conformità e sistemico. All'interno del gruppo del rischio di investimento, abbiamo presentato i concetti di rischio di mercato, di liquidità e di credito.

Quando si tratta di mercati finanziari, è virtualmente impossibile evitare completamente i rischi. La cosa migliore che un trader o un investitore può fare è mitigare o controllare in qualche modo questi rischi. Quindi, comprendere alcuni dei principali tipi di rischio finanziario è un buon primo passo verso la creazione di una strategia efficace per la gestione del rischio.

Loading